Google, Yahoo e Bing adottano schema.org

Google, Yahoo e Bing adottano schema.org
Google, Yahoo e Bing adottano schema.org

I tre motori di ricerca più famosi, Google, Yahoo e Bing, hanno annunciato l’adozione di Schema.org, un formato comune per gestire i micro-format. Si tratta di un passo in avanti per raggiungere il cosidetto “web semantico”. Grazie all’inserimento di informazioni che descrivono semanticamente i contenuti nelle pagine dei siti internet, i motori di ricerca saranno in grado di indicizzare ed aggregare le informazioni con maggiore efficacia.

Attualmente esistono diversi metodi per arricchire le pagine dei siti web con questi dati. L’adozione di un sistema comune tra i principali motori di ricerca è un vantaggio notevole per i webmaster che potranno usare lo stesso meccanismo.

I vantaggi dei micro-format per il SEO

Grazie all’adozione dei micro-format i siti web potranno avere un vantaggio nel posizionamento sui motori di ricerca in quanto forniranno molti più dati utili alla categorizzazione dei contenuti. Ad esempio gli articoli in vendita di un e-commerce, se presentati sul web tramite il formato Schema.org, saranno interpretati da Google come un prodotto vero e proprio, con un prezzo, delle valutazioni di chi l’ha acquistato eccetera, e non più come una semplice pagina web uguale a tutte le altre. Oppure se la pagina è relativa ad un film, Google avrà tutti i dati per capire chi sono il regista o il produttore piuttosto che la durata o un eventuale trailer.

Ecco un esempio del risultato di una ricerca su Google:

 Esempio rich-snipplet su Google 

Oltre alla classica descrizione si può notare la presenza dei voti assegnati al locale, il numero di recensioni e l’intervallo di prezzo. In questo modo i motori di ricerca potranno dare all’utente dei risultati ancora più pertinenti e ricchi di informazioni utili. Da un punto di vista SEO si tratta sicuramente di uno strumento estremamente utile se usato correttamente.

Drupal e i micro-format

Drupal 7 offre nativamente il supporto a RDF, ovvero un sistema simile a Schema.org che, sostanzialmente, ha lo stesso scopo. Sebbene Google sia in grado di analizzare e gestire anche i metadati RDF, è chiaro che il formato Schema.org sarà favorito. Per questo motivo sono già in cantiere alcuni progetti per estendere Drupal con questa funzionalità.

Nel frattempo è comunque possibile sviluppare un sito Drupal integrando Schema.org grazie allo sviluppo di moduli Drupal e temi Drupal personalizzati.